Trainspotting 2

trainspotting

Scegli la vita.

Scegli un film che hai fatto, IL film che hai fatto, e scegli di rifare lo stesso film, solo peggio, con la stessa identica colonna sonora, sperando che lo prendano per un omaggio e non per una paraculata. Scegli Ewan McGregor, che dove lo metti sta, persino lo stesso sorriso  di vent’anni prima. Scegli Robert Carlyle e fai diventare Begbie un personaggio patetico, scegli Kelly Macdonald e falle fare un cameo solo per dire che ci sono tutti ma proprio tutti.  Scegli di dire, come fanno tutti, che avete aspettato la sceneggiatura giusta per non rovinare il primo. Scegli una trama totalmente inutile e sconclusionata, scegli di citare così tanto il primo che cazzo, allora mi rivedo il primo, scegli di mettere un personaggio nuovo insulso che però quelli vecchi così gli possono raccontare l’altro film.  Scegli di non citare, ma di infilare a forza nel film sequenze dell’altro, anche se il paragone è impietoso, scegli i soldi facili, scegli l’imborghesimento, scegli di rovinare anche quest’altro classico. Scegli di metterci comunque qualche scena memorabile, che ti fa ancora più incazzare che il resto del film non lo sia. Scegli di rifare Trainspotting, ma così annacquato, dopo vent’anni, che non si capisce se sia un problema di sceneggiatura o volevi proprio dare la sensazione di ineluttabile inutilità del cinema e della vita.

E poi…Fai un bel respiro, e chiediti “che cazzo ci sono venuto a fare al cinema, che è pure domenica ed è pieno di vecchi che tossiscono?”

Scegli Trainspotting 2.

Annunci