Capitan America: Civil War / X-Men: Apocalisse

apocal.jpgcivil-war-poster-3.jpg

Due al prezzo di uno. O viceversa?

Mi sfuggono le dinamiche precise, ma faccio fatica a derubricare a singolare coincidenza il fatto che le tre major che detengono i diritti dei maggiori franchise di supereroi si presentino con tre blockbuster in fotocopia nel giro di sei mesi. Stesso concept (eroi contro eroi) sviluppato senza grande originalità da nessuno, persino stesse scene (cameo di personaggio tanto atteso al momento clou, scena del pugno fermato a mezz’aria…).

Mi immagino una cosa del genere: al party di Natale di un paio d’anni fa, si incontrano il signor WarnerBros, il signor Disney (non Walt, eh) e il signor Fox.

Disney: Bella WB, ammazza che schifo che avete fatto con Man of Steel! Ma proprio non ce la fate a copiarci gli Avengers?

WB: eh la fai facile tu. Da quando abbiamo data carta bianca a Nolan e quello ha voluto Zack Snyder, mi dici come facciamo a fare una cosa remotamente interessante? Comunque abbiamo grandi piani. Nel sequel lo facciamo morire, che tira sempre.

D: Chi, Superman?  Fico. Fammi chiamare Whedon che gli chiedo se mi può ammazzare Capitan America, magari dopo i titoli di coda.

WB: bravo, bravo, prendi in giro. Comunque nel 2016 vi rompiamo il culo. Hai assaggiato le tartine?

D: Aspe’, nel 2016? No ma noi nel 2016 facciamo Civil War. Non te magna’ il caviale che è del cinese.

WB: E che c’entra la guerra civile con Iron Man, scusa?

D: Vabbè, ma manco le basi. In Civil War facciamo scontrare i supereroi tra loro, così non dobbiamo nemmeno pensare ai cattivi, che tanto non riusciamo mai a farli.  Iron Man contro Capitan America. Se ci riusciamo buttiamo dentro pure Spider-Man a sorpresa che la Sony non sa più che farci. Tipo se tu facessi Batman contro Superman e a sorpresa ci facessi spuntare Wonder Woman.

WB: …Tipo se… io facessi…spuntare…azz… Scusa, mi devo allontanare un attimo. Guarda, arriva Mr. Fox, salutamelo tanto!

F: Dove corre quel coglione di WB?

D: Mi sa che gli ho dato un’idea che era meglio se mi stavo zitto. Speriamo ci metta Snyder sopra.

F: Ah vabbè, stiamo tranquilli allora. Che idea? Tiè, fatti un altro cocktail.

D: Nel 2016 facciamo buoni contro buoni. Oh non me la copiare pure tu, eh.

F: E capirai, noi lo facciamo sempre. Facciamo, aspe’ me l’hanno detto ieri, Apocalisse, una cosa così. Tutti contro tutti, tanto comunque non si capisce mai niente co’ sti mutanti. Mi spiace solo che Jackman non me lo fanno partecipare.

D: E perchè? Noi facciamo apparire Spider-Man nel terzo trailer, a sorpresa e poi lo aggiungiamo a cazzo in digitale al film già girato, se la Sony ce lo lascia.

F: ….nel trailer…a sorpresa…a cazzo… vabbè ti lascio, buon Natale a te e famiglia eh!!

Non sarà andata proprio così, ma secondo me nemmeno tanto diversamente. Per quel che vale, Civil War si salva solo per i venti minuti in cui c’è Spider-Man, che sono meravigliosi, finalmente l’hanno azzeccato in pieno. Per il resto, la solita solfa Marvel che ormai si trascina da un paio d’anni. X-Men: Apocalisse non è all’altezza dei due precedenti episodi, ma sicuramente è il migliore dei tre blockbuster del 2016, pur avendo un pessimo character design (soprattutto per Apocalisse) e una Jennifer Lawrence troppo al centro della scena (c’è di peggio, eh, per carità).

Certo almeno le scene in fotocopia potevano risparmiarsele, ma tant’è. Ne sono usciti dei meme divertenti, almeno quello.

Annunci