Star Wars Episodio VII – MENO CINQUE (5): Episodio II L’attacco dei Cloni

ep2teaser

Meno cinque.

Che è anche il voto che merita Episodio II: L’Attacco dei Cloni. Se ne parla sempre troppo poco. Si getta la croce su La Minaccia Fantasma per lo shock e la sensazione di lutto che ha generato in schiere di fan in attesa da decenni, ma è il secondo episodio (o quinto, fate voi) quello realmente indifendibile, la condanna senza appello per la trilogia dei prequel. Non ho il cuore di rivederlo, questo mi ha lasciato perplesso anche la prima volta, nonostante Yoda che finalmente faceva vedere perchè è lo jedi più forte della galassia: sa estrarre la spada laser con la Forza. Anche perchè con il braccio opposto non ci arriva.

Se di Episode I il teaser poster lasciava immaginare grandi cose, per Episode II si inizia a temere il peggio sin da subito. Sembra il poster di un film con Jennifer Lopez.

George Lucas continua a difendere la sua visione della storia, ma la realtà dei fatti è che le tante buone intuizioni narrative dei film originali sono stravolte e negate in questi inutili prequel con una perizia tale da sembrare intenzionale. Episode II rovina definitivamente e imperdonabilmente la figura dei jedi, demolendo quell’aura di mistero ascetico che conferiva gravitas a Yoda e Obi-Wan (che pure non ne uscivano benissimo dagli originali). I jedi sono un’accademia di soldati d’elite, con attico con vista, biblioteca, palestra, piscina idromassaggio, escort e macchine aziendali. La scena nell’arena è la prima (e unica) dimostrazione del potere dei jedi , ma non è che ci facciano una gran figura. Combattono con la spada laser, alcuni muoiono, alcuni no, come normalissimi soldati. Tutto sommato, non una gran figura. 

D’altra parte, l’uso migliore della Forza in questo Episodio (oltre l’estrazione della spada laser di Yoda) è la mela sbucciata da Anakin per rimorchiare Padme. E’ il punto di non ritorno di tutta la saga, la frattura definitiva tra Lucas e il resto del mondo. Qualunque argomento possiate portare a favore di Star Wars, qualunque stronzo potrà dirvi: “mela sbucciata con la Forza” e avrà ragione lui.

Come Luke Skywalker vede del buono in Darth Vader, anche io riesco a percepire qualcosa di buono in Episodio II: le ambientazioni di  Coruscant e Kamino sono splendide, tra le migliori dell’intera saga. Troppo poco, comunque, non c’è redenzione.

Spezzo una lancia a favore di Hayden Christensen. Natalie Portman è decisamente peggio.

natalie

“Posso iniziare a frignare, che mi viene tanto bene?”

“aridaje questa…ma è ‘na fissazione”

Non si può rivedere questo film, se non nei propri incubi peggiori. L’alternativa di oggi è The People vs George Lucas. Vi farà sentire meno soli nel vostro dolore, persino darvi qualche leva per riderci su. Scherzi a parte, documentario interessantissimo sul fenomeno Lucas-Star Wars (e Indiana Jones), ma anche una lucida riflessione sul rapporto tra artista, opera e pubblico.

The_People_vs__George_Lucas

 

 

Annunci