Star Wars Episodio VII – MENO SETTE (7): note a margine

wpid-Photo-Jan-24-2013-621-PM

 

Una settimana e ci siamo. Meno sette all’Episodio Sette.

Non ho ancora comprato il biglietto. Per evitare risse, mi terrò lontano dai multisala. Se volete fare a botte il 16 dicembre, venite al Madison (credo) e durante la proiezione fate un rumore più forte del minimo necessario a respirare.

Note a margine, così per passare il tempo.

Noto solo adesso che nei poster ufficiali non c’è traccia della dicitura “Episodio VII“. Potrebbe essere solo la recente tendenza a nascondere i numeri dai titoli dei sequel, ma potrebbe anche esserci altro, ad esempio la volontà di prendere ulteriormente le distanze da Lucas e i prequel. Speriamo. Magari la Forza si risveglia e i prequel erano solo un brutto sogno.

George Lucas ha iniziato a lamentarsi. Deve aver finito di contare i 4 miliardi di dollari con i quali ha dato il colpo di grazia alla propria integrità artistica dopo aver giurato e spergiurato che di Star Wars ne bastavano sei (pure la metà andavano bene).  Insomma, zio George dice che la sua visione per questi sequel era così lontana da quella di Abrams e Mickey Mouse che ha preferito ritirarsi a contare in silenzio i 4 miliardi di paperdollari (lo riscrivo, in caso fosse sfuggito)  nello Skywalker Ranch. Considerando la sua visione della storia finora, direi che meno ci ha messo le mani, meglio è per tutti (compreso lui). Tanto peggio di Episodio II non potrà mai essere. Vero?

Nel frattempo è stato annunciato il cast di Rogue One, il primo dei film spinoff (pardon: Anthology) che si alterneranno con questa nuova trilogia. Rogue One racconterà la storia di come i Ribelli sono entrati in possesso dei piani della Morte Nera. Quindi: prequel. Episodio 3,95, praticamente. Ce li avevano i Romani i numeri decimali? Mah.

Il secondo Anthology sembra più interessante: un film diretto da Phil Lord e Christopher Miller, scritto da Lawrence Kasdan su un giovane Han Solo. Quindi: prequel. Sembra fantastico, nerdgasmico. Cosa potrebbe andare storto? Aspettiamo il casting del protagonista e ne riparliamo… Butto là due idee: nessun casting. Han Solo non si vede mai nel film, pur essendo il protagonista. Sarebbe geniale, e perfettamente nelle corde di Lord e Miller. Peccato che sia improbabile quasi quanto che prendano me a fare Han Solo. Oppure: un film animato. Ancora meglio. Se proprio poi bisogna prendere qualcuno, allora si faccia un altro colpo da maestri e si scelga un unico attore per Han Solo e per il reboot di Indiana Jones (che tanto dai e dai…). Sarebbe un tocco geniale in caso di casting azzeccato o un errore madornale solo invece di due in caso di fallimento (perchè li sbaglieranno entrambi, lo so). Win-win.

Ultima nota: siamo tutti fiduciosi perchè c’è Jar Jar Abrams al timone. Ma Abrams sta curando solo The Force Awakens. Gli episodi successivi sono nelle mani di Rian Johnson (Looper) e Colin Trevorrow (Jurassic World). Che la Forza sia con noi, perchè la vedo molto pallida.

Comunque, meno sette. Daje.

Annunci