Groundhog Day After

ramis

digli del plumcake

La notizia della scomparsa di Harold Ramis ci ha toccato, più di quanto pensavamo fosse possibile. Scrivo al plurale, perchè lo vedo da facebook, che tutti sono, sinceramente colpiti e dispiaciuti anche se magari di Ramis non sapevano nè sentivano nulla da anni, se non per gli occasionali aggiornamenti sulla lavorazione di Ghostbusters 3 (che a questo punto spero sia accantonato per sempre o al limite, rebootato, ma non proseguito senza Egon Spengler).

Il fatto è che per quelli della mia età, film come Ghostbusters e Ricomincio da Capo sono qualcosa di più che semplici commedie o miti generazionali. Sono stati – non credo di esagerare – mattoni fondamentali nella costruzione del nostro senso dell’umorismo, prima che del gusto cinematografico o della nostra identità generazionale.

Chi ci insegna a ridere fa parte di noi e quando se ne va, si porta via qualcosa, anche se lascia molto.

Caro Harold, grazie di tutto, soprattutto per averci insegnato cosa accade se incrociamo i flussi e a misurare l’energia psicocinetica in plumcake.

 

Annunci