STAR WARS HD Count Down – 7: Ma(r)y The Force

Una settimana e ci siamo. In rete, già si contestano le ulteriori modifiche apportate da Lucas alla trilogia originale, come da copione. Certo è che George la potrebbe anche piantare ad un certo punto, se prima poteva essere giustificabile, adesso è del tutto incomprensibile e sa anche un po’ di provocazione, tipo Luis Enrique che sostituisce Totti e poi perde. Bicchiere mezzo pieno: spendo altri 80 euro, ma almeno non ho esattamente la stessa cosa che ho già in VHS e DVD (due versioni).

Come si intuisce dal titolo, questo post va un po’ sul personale. Da bravo maestro Jedi, ho insegnato le vie della Forza alla mia ragazza (Mary), che ha guardato la prima trilogia – versione originale senza neanche gli effetti rifatti, si aspetta il Blu-Ray per l’altra versione – con i seguenti stati d’animo:

Episodio IV: malcelato fastidio e un po’ di noia, non ha gradito la semplicità dei dialoghi
Episodio V: rassegnazione iniziale, sollievo finale
Episodio VI: partecipazione modesta, curiosità per il fenomeno Star Wars a livello culturale

Insomma, il minimo sindacale  -anche un po’ meno – per passare alla trilogia dei prequel. Con scarse speranze, ho pensato: se non le è piaciuta la prima, figuriamoci l’Episodio I dove me lo tira.

E invece le vie della Forza sono infinite, la trilogia dei prequel ha compiuto il miracolo, ne sarebbe contentissimo Lucas e ne sono contentissimo io, altrimenti mi sarebbe toccato lasciarla (le regole sono le regole, eh). L’effetto è stato notevole, eccolo declinato nel numero di oggetti a tema Star Wars che Mary ha comprato negli ultimi quattro mesi:
1. maglietta con locandina giapponese (per lei)
2. salvadanaio capoccione stormtrooper
3. portachiavi lego R2-D2
4. maglietta vintage locandina (per me)
5. biscottiera Morte Nera

La Forza scorre potente, eh?
Annunci